14/mar/2006

Ottimizzare la pubblicazione del sito

  1. un sito può essere pubblicato andando direttamente nella pagina del motore e cercando aggiungi sito (add URL, ecc.) nel caso di Google (http://www.google.it/intl/it/add_url.html ). In questo caso il sito parte da zero e deve crescere con le sue forze (deve avere molte pagine, e molti link da altri siti per avere successo)
  2. Il sistema migliore però è sicuramente quello di farsi segnalare da un sito gia indicizzato, possibilmente importante (PR almeno 4) e che sia frequentemente aggiornato. Questa procedura porta ad un rapido inserimento negli indici di Google ( a volte sono sufficienti anche solo 2 giorni). Questo è il sistema e il servizio che uso sempre per i miei clienti e che consente loro di partire con un Page Rank di 3 o 4 (vedi esempi in Realizzazione siti Smae


Campagne Pay Per Click
Directory italiana

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno, sto lavorando su un sito già presente nell'indice di Google; che però proprio in questo periodo sta avendo un restyling completo.
Da ciò che lei scrive (dato che la url rimarrà la stessa) non bisogna assolutamente rinserirlo in google/motori vari e directory, giusto? Però siccome sto incominciando a lavorarci ora su questo sito, è importante sapere a quali motori/directory questo sito era già iscritto o una volta che è presente nelle pagine dei risultati di ricerca, non è fondamentale iscriversi (saltando quindi la sandbox)?

Grazie.
Buona giornata.

Anonimo ha detto...

Il restyling di un sito (che non cambia completamente i suoi contenuti) è una operazione molto delicata quando il sito è ben posizionato nei motori.
In questo caso è necessario farsi l'elenco delle pagine che hanno ottenuto posizionamenti togliere tutti i link e lasciare solo quello alla home. Lasciare tutte queste pagine residenti sul server. Ottimizzare e pubblicare la nuova versione. Solo successivamente quando il nuovo sito ha preso posizioni si puo pensare di togliere le vecchie pagine.
Non è necessario ripubblicare il sito perche lo spider ripassa e lo reindicizza. Invece fondamentale sarebbe se il sito ha page rank basso procedere a farlo spingere da un qualche sito a PR alto. http://www.modenasitiweb.it offre questo servizio.
L'unico motore di cui preoccuparsi è Google mentre per le directories se il sito era iscritto rimarrà iscritto.

Anonimo ha detto...

Ma se la costruzione delle url, rimane la stessa delle pagine indicizzate da Google, non dovrei neanche preoccuparmi di eliminare (tramite Robot.txt)le "vecchie" pagine indicizzate da Google, giusto?
Il restyling probabilmente sarà prettamente grafico.

Eros Web ha detto...

Io credo che il restyling di un sito già indicizzato sia una cosa che va fatta con attenzione. Proprio adesso ho per le mani un sito che ha qualche buon posizionamento e quindi non vorrei perdere i risultati ottenuti allora è bene procedere con calma e seguire i preziosi consigli del titolare di questo Blog.